12 ottobre 2016

Commento di SommaCuore al Consiglio Comunale 21 Settembre 2016 - 3°

“Evasi” i due argomenti principali di un ricco Consiglio Comunale, notiamo che è stato abbastanza diverso dal solito.

Ci riferiamo alle interrogazioni, quasi tutte indotte da notizie stampa che, per loro natura, sono brevi, parzialmente incomplete o riportanti semplici affermazioni od opinioni.

 

Sono interrogazioni strane perché presentate senza un minimo di verifica della notizia o dei fatti come realmente avvenuti sebbene gli Uffici Comunali siano a disposizione dei Consiglieri per chiarimenti e rilascio documentazione.

 

Sembrano, queste interrogazioni, avere la semplice funzione di “apparire” per essere gonfiate per passaparola o pubblicità per poi sgonfiarsi in Consiglio Comunale dove avviene il vero contraddittorio.

 

Questo è uno dei motivi che ci inducono a invitarvi ad assistere al Consiglio Comunale, è lì che i Vostri rappresentanti eletti espongono e discutono davvero gli argomenti.

 

Non commenteremo i primi punti tecnici, nemmeno il punto 8 con la Manifestazione di interesse della Cantina di Custoza che riguarda la richiesta di ampliamento dello stabilimento; auguriamo buon lavoro al Consigliere Adamoli che sostituisce il Consigliere Leoncini nella Commissione Consiliare di sorveglianza e controllo nell’ex discarica Siberie (punto 9),

 

punto 10, Atto di indirizzo per prospettive di gestione e di valorizzazione Ossario di Custoza,

punto 12, Risposta all’interrogazione….gruppo Centro Destra…..Ossario di Custoza chiuso per superficialità amministrativa,

Li commentiamo assieme ed a parti invertite:

ad inizio Agosto l’Ossario è rimasto chiuso per mancanza di rinnovo della convenzione di gestione con la Provincia. Sulla stampa comparve una notizia: il Presidente provinciale affermava che “bastava una telefonata”; da qui l’interrogazione alla quale viene risposto con l’elenco di una lunga serie di incontri e corrispondenza, ben 8 a partire dal 02/03/2015 e fino al 29/07/2016, riguardanti sia le manutenzioni straordinarie necessarie al monumento che il rinnovo della convenzione. La convenzione prevedeva anche un contributo al Comune, da parte della Provincia, per gestione e valorizzazione. Le ultime due note scritte, del 07/06 e del 29/07 riguardavano solo ed esclusivamente la proroga della convenzione, non basta: la Provincia, l’01/08 comunica l’autorizzazione alla proroga tecnica, senza contributo finanziario ed il 03/08 di avere chiesto alla Sovrintendenza Archeologica e Belle Arti l’autorizzazione necessaria al fine di consentire….ecc.ecc.  Nella cronistoria non sono riportate le numerose telefonate intercorse con il Presidente della Provincia, i tecnici Provinciali e della Sovrintendenza, facciamo finta di aver sempre sbagliato numero, dice Bertolaso.

Se il Consigliere Pietropoli si fosse informato presso gli Uffici e visionato tutti i protocolli, forse, avrebbe dato un peso diverso alla notizia stampa, magari avrebbe anche replicato alla stessa in modo diverso.

 

Per l’Atto di indirizzo: l’Amministrazione chiede al Consiglio il mandato per “contrattare” la cessione del Monumento. Apparentemente ricevere l’Ossario a titolo gratuito è un regalo, in realtà questa proprietà impegnerebbe, in futuro, il Comune ed i suoi Cittadini a mantenerlo ed assumerne tutti gli oneri. L’Amministrazione valuta correttamente che l’Ossario è un Monumento Nazionale sarebbe quindi logico che la proprietà stessa lo fosse. Ha individuato nel ministero della Difesa o in quello dei Beni Culturali i logici futuri proprietari; in capo  al Comune di Sommacampagna la gestione, valorizzazione e promozione del Monumento. Resta fermo l’intento che, qualora questa via non potesse essere percorsa, il Comune è disposto ad una acquisizione diretta. C’è da considerare che dal 2012, anno di inizio della gestione del Comune, i visitatori sono costantemente aumentati mentre i costi sono rimasti stabili nonostante il miglior/maggior servizio offerto.  Con qualche variazione di impostazione, che non sposta di una virgola la proposta dell’Amministrazione, il Consiglio approva all’unanimità.

 

E’ evidente che l’Ossario è un grande bene, non solo culturale, di Sommacampagna, ringraziamo Villafranca e Sona che si sono autonomamente offerti di sostenerci, crediamo che la Giunta abbia individuato al meglio la via da seguire. Quali saranno i risultati sarà il tempo a dircelo.

 

Al punto 11 l’interrogazione del Centro Destra “Corte Maccaccara” a Caselle: degrado sporcizia “la terra dei fuochi di Sommacampagna” Richiesta di immediato intervento.

 

La risposta è: ciò che è stato possibile fare nel breve periodo l’ha fatto questa Amministrazione, non la precedente che avrebbe potuto e dovuto intervenire. La Corte è stata praticamente “svuotata”, viene controllata, ci sono i verbali della Polizia Locale  così come quelli dei Carabinieri; l’enfasi dell’interrogazione, peraltro riportata e forse indotta dalla stampa,  è fuori luogo e falsa, tanto più che, sui “fuochi”, Pietropoli riferisce di averne sentito parlare da persone che non li hanno visti ma hanno sentito, di notte, un odore simile alla plastica bruciata. Non risultano segni di accensione di fuochi nei verbali dei Vigili.

Che Corte Maccacara sia un problema lo sanno tutti, c’è stato, e prosegue con risultati apprezzabili, l’intervento di questa Amministrazione e delle Forze dell’Ordine, poi però dobbiamo renderci conto che è una proprietà privata ed è il proprietario che prende le sue decisioni e se ne assume la responsabilità. La situazione non è tale da pretendere un intervento diretto del Sindaco.

 

Punto 13 interrogazione Centro Destra Parcheggio di Via Divisione Acqui a Caselle.

 

Il Consigliere Pietropoli vorrebbe, in sintesi, impedire ai camper di parcheggiare lì, non ha proposte alternative;

La risposta: il Codice della Strada è chiaro, non si può impedire il parcheggio, solo, nel momento in cui il Comune deve eseguire lavori, manutenzioni, sfalci, gli automezzi devono lasciare spazio.

In alternativa si può rendere il parcheggio “a pagamento” o con disco orario:  in sostanza, dice il Consigliere delegato Cassano, la soluzione è peggiore del problema. Pietropoli si rende conto.

 

Punto 17 - Interrogazione Movimento5Stelle - Chiarimenti in merito allo spostamento a Giugno 2017 della Festa del Vino bianco di Custoza,

 

Ndr: Articolo Arena dell’11 settembre,  interrogazione del 12

Noi ci siamo presi tempo per informarci; è curioso come spesso non ci accorgiamo di quanto avviene sotto il nostro naso e non approfondiamo, comunque:

 

Nell’interrogazione si palesa il disaccordo del Mov.5Stelle allo spostamento deciso dalla Pro-Loco e chiede:

se l’Amministrazione abbia concorso in qualche modo;  come si giustifica l’Amministrazione;

che venga illustrata la progettualità,

 

L’Assessore Granados molto istituzionalmente:  Pro Loco Custoza è un’Associazione indipendente, non abbiamo ancora parlato con Pro Loco e Franchini che sono impegnati nella chiusura della Festa, non sappiamo ufficialmente nulla dello spostamento della date,  se ne parlerà sicuramente, le cantine sono certamente sotto pressione in questo periodo a causa della vendemmia, non possiamo dare credito a notizie stampa.

 

Nel breve scambio di battute che ne segue, la Consigliere Galeoto, accenna a finanziamenti ricevuti dalla Pro Loco: questo cambia del tutto l’importanza dell’interrogazione.

 

Siamo certi che sia uno “scivolone” ma sembra voler dire alle Associazioni, tutte:

”se  non ci piace ciò che fate, noi interveniamo in Consiglio per bloccare i contributi”

 

Da rilevare: la Delibera Comunale è uguale per tutte le Associazioni registrate: esonero parziale o totale delle imposte comunali - prestito attrezzature  - elettricità, ecc - eventualmente sono i fuochi d’artificio che vengono concessi solo per alcune Feste. Pro Loco, negli ultimi 3 anni, non ha chiesto nulla di più, da rilevare anche che Pro Loco è proprietaria di attrezzature che presta a titolo gratuito al Comune.

La Consigliere farebbe bene a chiederlo allo Sportello Associazioni del Comune,

 

Consigliere Galeoto cita anche 3 mila euro di contributo per la Festa, non abbiamo trovato nulla, ci saprà dire.

 

Sulla Festa: se la Consigliere Galeoto si fosse presa qualche giorno avrebbe avuto modo di scoprire che:

 

Vinitaly si fa in primavera, questo sì che è universalmente conosciuto,

Un esperto venditore Le avrebbe detto: il prodotto si promuove ad inizio stagione, alla fine, ci sono i saldi.

Anche il territorio Custoza è un prodotto ed è un prodotto che va promosso. Meglio ad inizio o a fine estate? Questa Festa può evolversi o deve diventare sempre più “Sagra di Paese”?

 

C’è dell’altro in questo 2016:

Pro Loco Custoza, che l’ha inventata, ha promosso e organizzato la 16° Festa del Broccoletto di Custoza,

 

Indìce ed organizza il Concorso del Vino Custoza Doc, riconosciuto ed autorizzato a livello ministeriale, giunto alla 45° Edizione (premiazione avvenuta il 28.05.16 in sala Consiliare). 

Se questa premiazione avesse luogo entro un breve periodo dall’apertura ufficiale dei campioni e durante la Festa, forse tutto avrebbe maggiore richiamo.

 

Se la Festa fosse abbinata alla 151° rievocazione della battaglia: qui sì che Comune, Pro Loco e molti altri devono parlarsi,

 

Inoltre, nel 2016:

oltre ad aver collaborato con il Comitato 150° “con le proprie attrezzature” e volontari:

 

ha partecipato, con finanziamento, alla XXII Edizione del Premio “Giuseppe Lugo” 2016,

 

ha collaborato alla gara ciclistica “Custozabike 2016” “con proprie attrezzature” e fornendo il pasto agli atleti al costo di € 2,00 cadauno - lo scriviamo perché è un vero “piacere”-

 

ha collaborato “con proprie attrezzature” e co-finanziato il 35° Gran Premio Custoza 3° Memorial Giovanni Cordioli,

 

nel frattempo, giusto per non stare con le mani in mano, ha offerto un piccolo pranzo ad animatori e partecipanti al Grest di Custoza (oltre 100 persone).

 

Alla 45° Festa del Custoza DOC inoltre, Pro Loco ha invitato a collaborare l'Associazione NOI Custoza e la Corale di Custoza: entrambe le Associazioni ne avranno benefici per autofinanziamento e/o promozione di loro eventi con supporto di Pro Loco Custoza.

 

Cosa dobbiamo dire? Complimenti !

 

Forse in Consiglio, prima di definire i volontari ed i dirigenti della Pro Loco “questi” o sulla vostra pagina, “emerita stupidaggine”, farebbe bene, Signora Galeoto, a prendere qualche informazione su ciò che fanno ed hanno fatto “questi”. Forse si fermerebbe a chiedere e riflettere.

 

Hanno un difetto, secondo noi: non si promuovono a sufficienza e non usano compiutamente  il loro sito internet. (è un difetto comune a tutti, a Sommacampagna).

 

Raccondando il "prodotto" della piccola Pro Loco di Custoza, vogliamo evidenziare e ricordare che tutte le Associazioni in questo territorio sono una ricchezza civile e culturale. Questi aspetti sono da sostenere e "coltivare"; se non abbiamo il quadro completo di ciò che fanno, non è una mancanza da addebitare a loro.

 

Punto 18 Centro Destra - Mozione a sostegno ulss gardesana per motivi turistici,

Argomento importante ma troppo vasto ed in questo momento in itinere a vari livelli, la mozione viene ritirata

 

Arrivederci al prossimo Consiglio Comunale,

 

Sommacampagna Nel Cuore