22 agosto 2016

Commento di SommaCuore al Consiglio Comunale del 18 luglio 2016 2° parte

Questa seconda parte, un po’ in ritardo, non commenta  i punti 5-6-7, in quanto li ritroveremo tutti in autunno con maggiori aggiornamenti.

 

Quanto ai successivi:

 

Punto 8: nomina membro del Comitato Biblioteca Comunale in sostituzione di uno dimissionario, assegnato alla minoranza. Salutiamo ed auguriamo buon lavoro alla nuova componente Daniela Nardin;

 

 

Punto 9: risposta ad interrogazione presentata dal Movimento Cinque Stelle – Aggiornamento e tempistiche sull’approvazione del Regolamento Rurale del Comune di Sommacampagna.

 

In particolare venivano richieste precisazioni sullo  stato di avanzamento del Regolamento Rurale e sull’utilizzo di prodotti fitosanitari.

 

Ad essa rispondono l’Assessore Allegri e il Vicesindaco Bertolaso, competenti l’uno per la parte Agricoltura, l’altro Ecologia, illustrando come il lavoro si stia sviluppando da alcuni mesi con ben 8 riunioni all’attivo nell’arco di un semestre circa, nell’intento di rivedere il Regolamento del nostro Comune datato 1959.

 

Il Regolamento comprende sia il  Regolamento Fitosanitario che il Regolamento su Commercio e Polizia rurale e Gestione rifiuti Fitosanitari e Combustioni. E’ stata formata, all’uopo,  una Commissione i cui componenti sono uno per ognuno dei seguenti enti e albi: Collegio dei Periti Agrari, Albo Agronomi, ULSS22, Regione Veneto, Direttore del Mercato Ortofrutticolo Sommacampagna-Sona, Consorzio Tutela Vino di Custoza, Coldiretti, Agrinsieme (Organizzazione che rappresenta Aziende e Coop di: CIA, Confagricoltura, Copagri, Alleanza delle Cooperative Agroalimentari),  Consorzio di Bonifica e Sommagas (gruppo di acquisto solidale con il quale l’Assessorato all’Ecologia collabora da anni e che si occupa anche della sensibilizzazione sull’utilizzo più consapevole dei prodotti e del territorio.) 

 

Otto riunioni di intensa attività, se teniamo in debito conto che questi professionisti collaborano volontariamente e gratuitamente e che sono costretti a qualche pausa dovendo anche seguire la loro attività professionale. Preme poi precisare come la Regione abbia, in Commissione, la bozza di revisione del Regolamento Regionale. Dare tempi certi per la presentazione del Regolamento non è, quindi, possibile, come in ogni caso di sinergia tra più enti, tuttavia, l’impegno assunto è di lavorare intensamente per ottenere un documento esaustivo, di agevole consultazione e quindi di lunga vigenza. E qualche mese in più o in meno non costituisce certo un ostacolo insuperabile considerando che quello da revisionare è del 1959.

 

L’Amministrazione ha l’ambizione di “tarare” il Regolamento sulle specificità agricole del nostro territorio, facendo del Regolamento un “Testo Unico” che sia di semplice applicazione e lettura da parte degli Agricoltori ma anche dei Cittadini; non ha molto senso affrettare la stesura del nostro Regolamento con il rischio di doverlo modificare anche se solo in minima parte.

Si considera, comunque, che  già  alcune Aziende, un numero significativo in particolare nel settore vitivinicolo, utilizzano il sistema del diserbo manuale pur non ottenendo sempre un riconoscimento economico quando il prodotto arriva sul mercato; è proprio sul mercato che un consumatore avveduto dovrebbe premiare tali scelte. Si vorrebbe anche trovare un modo di premiare questi produttori, senza penalizzare chi, nell’ambito delle leggi vigenti, preferisce proseguire con un’agricoltura di tipo “tradizionale”. (Allegri-Bertolaso)

 

Merita di essere evidenziato che, in Agricoltura, le iniziative per un utilizzo più sostenibile del territorio agricolo non mancano; su questo tema, nell’ambito dell’Antica Fiera di Sommacampagna, il 26 Agosto a Villa Venier si svolgerà il Convegno “Le strategie per migliorare la Fertilità e la vita del suolo” organizzata da A.VE.PRO.BI (Associazione Veneta dei Produttori Biologici e Dinamici), in particolare sull’utilizzo di erbicidi.

 

Da notare che da due anni il Comune non utilizza erbicidi (glifosate) nelle aree pubbliche; l’assessore Allegri invita i cittadini a prendersi cura anch’essi del marciapiede di fronte alla loro proprietà, sarebbe un aiuto sul lato del decoro ma anche economico.

 

La Consigliera Galeoto soddisfatta per la risposta esaustiva, delusa per i tempi e perché non ci sono novità, chiede di anticipare, di chiudere in due/tre riunioni e di portare bozza in Commissione.

 

Non è dato di comprendere i motivi  di tale delusione , dal canto nostro preferiamo ringraziare i professionisti che ci stanno così validamente aiutando, rimarcando che si tratta di un’attività “gratuita” e che, in ogni caso, siamo costretti ad attendere l’evoluzione del Regolamento Regionale.

 

Punto 10: Mozione presentata dal Movimento Cinque Stelle….-“Realizzazione targa in memoria di tutte le donne vittime di violenza”

 

La mozione chiede all’Amministrazione l’impegno a realizzare una serie di targhe commemorative – ne basta una per iniziare – da esporre in zone di buona visibilità. E’ la riproposizione della mozione già respinta dal Consiglio del 1° Ottobre 2015.

 

La riproposizione odierna usa come “leva” le targhe realizzate e inaugurate nel rinnovato Parco della Rimembranza in occasione del 25 Aprile.

 

L’accostamento tra soldati morti in combattimento per il popolo italiano e il fenomeno, certamente gravissimo e degradante che è la violenza sulle donne, ha provocato aspre critiche. Non staremo qui a raccontare tutto, limitandoci ad osservare come  la tragedia che si sta consumando non si possa affrontare in modo riduttivo e con paragoni inopportuni e fuori tema.

Sul tema ribadiamo quanto già scritto nel nostro post del 15 giugno 2016: http://www.sommacampagnanelcuore.onweb.it/it/eventi-e-news/commento-di-sommacuore-al-consiglio-comunale-del-09-giugno-2016-46  che Vi invitiamo a rileggere.

 

Il Sindaco ha evidenziato tutte le iniziative già assunte ed in corso di realizzazione anche nel lavoro quotidiano degli Uffici Comunali con gli Assistenti Sociali, il protocollo d’intensa tra ULSS22 con Pronto Soccorso, Forze dell’Ordine ed Assistenti Sociali, Appartamenti protetti e la rete di informazione.

 

L’assessore Truncali anche a nome della collega Fasol ha rimarcato l’importanza della Educazione nelle Scuole, dei convegni passati e/o già organizzati per l’autunno con Telefono Rosa ed Unesco mentre l’assessore Allegri ha  proposto di ritirare o modificare la mozione affinché questa diventi proposta di tutto il Consiglio Comunale in quanto, vista la trasversalità del tema, se l’Amministrazione deve finalizzare nuove proposte, si ritiene debba essere fatto in modo che queste non siano espressione di una forza politica ma della totalità del Consiglio. Correttamente ed in modo diretto, l’assessore Trivellati, ha fatto presente alla Consigliere Galeoto che molte cose, in particolare convegni a tema, possono essere organizzati dalla stessa  con il suo gruppo oppure  in collaborazione con gli Assessorati od il Consiglio, basta farlo. Ci lascia perplessi, peraltro, che a fronte di tanto fervore per la esibizione di targhe commemorative non si insista maggiormente sul piano della prevenzione.

 

Il commento del vicesindaco Bertolaso: “non dobbiamo ricordare le donne ma evitare che questo succeda”, evidenziando come, purtroppo, oltre il 90% delle violenze sulle donne non venga denunciato e, cosa ancor più preoccupante, che questa si verifichi per la maggior parte tra giovani.

 

Quanto ai  convegni: potrebbero sembrare di poca efficacia considerato come le donne che subiscono violenze spesso non vi partecipano ovvero se vi partecipano lo fanno  in misura marginale, tuttavia, a nostro avviso, informare consente di dare indicazione a chi magari è vicino a queste donne e ne raccoglie le confidenze provvedendo ad indirizzarle nei luoghi e presso le strutture che vengono rese note in questi eventi. Sapere come muoversi e chi contattare istituzionalmente è determinante anche perché in alcuni casi più gravi non vi è nemmeno il tempo di riflettere. Non ci si può limitare a leggere, commuoverci e scandalizzarci di fronte ai fatti più eclatanti riportati da stampa e televisione, occorre fare emergere e discutere questo dramma, è una parte delle iniziative di prevenzione.

 

Non solo: vorremmo ricordare la richiesta di legislazione più incisiva (questo il senso del drappo rosso), ricordare che i fondi stanziati per Telefono Rosa e Centri d’Ascolto Antiviolenza sulle donne  rimangono nella casse statali senza assegnazione ed i Centri sono a rischio chiusura (ricordiamo che i Centri dispongono di case protette e che le donne che si rivolgono a loro NON hanno l’obbligo di denunciare alle forze dell’ordine il colpevole).

 

Punto 11:  Risposta a interrogazione presentata dal Consigliere  Giacopuzzi ……. avente oggetto “Concerto di Custoza ……….

 

La vicenda, appoggiata da un articolo di stampa,  riporta in modo distorto la differenza di costo originata da una lettura parziale dei documenti:  da una parte, c’è il solo costo di orchestra e coro, dall’altra viene aggiunta illuminazione ed amplificazione. Si è cercato di far rilevare il legame di parentela quale conflitto di interessi ma poi, analizzando  bene il complesso della vicenda,  si nota che  sull’argomento ci sono state ben due riunioni Affari Generali aperte a tutti i Consiglieri  e non si può non tener conto dello spessore delle persone coinvolte. Sicuramente la responsabilità finale ricade sull’Amministrazione la quale, ad onor del vero, si è  affidata ad un Comitato di Cittadini di tutto il Comune provenienti da tutte le formazioni politiche presenti in Consiglio. Ampia la relazione predisposta dal Consigliere Principe ed esposta dal Sindaco che illustra documenti, incontri, scambi di corrispondenza tra tutte le parti coinvolte, nessuna esclusa e mai contestati da alcuno prima.

 

Per scopi evidentemente meramente strumentali, di cui si fatica a comprendere l’utilità anche solo politica, si coinvolgono  persone stimate, che hanno lavorato a lungo, gratuitamente e con risultati eccellenti per realizzare “tutti” gli eventi del 150° a favore della Comunità. Ci preme evidenziare che le iniziative in occasione del 150° non costituiscono semplice Rievocazione Storica ma rappresentano un investimento in immagine, un biglietto da visita che vale molto per il risultato complessivo raggiunto e che potrà sempre essere presentato in futuro, da chiunque vorrà utilizzarlo,  a fini turistici ma non solo, è emblema di una Comunità che ha a cuore il suo territorio e la sua dignità. Il Requiem è stato l’evento di chiusura, particolarmente significativo, realizzato con prudenza, presentato ed eseguito magistralmente.

 

 

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Comitato 150° il suo Presidente Alessandro Pignatti, mentre stigmatizziamo la decisione di alcuni di impedire al Presidente Pignatti di intervenire in Consiglio.

 

Registriamo l’ironia del Consigliere Giacopuzzi nel presentare una interrogazione che ha tutto il diritto di essere posta quale espressione di una funzione di controllo indispensabile,  ma che perde gran parte della propria efficacia proprio per il sarcasmo e la allusione a scopi che nulla hanno a che vedere con le finalità degli eventi realizzati.

 

Come sempre Vi invitiamo a seguire i lavori del Consiglio Comunale.

 

Sommacampagna Nel Cuore